Clown Terapia

Il sorriso di un bambino è prezioso e una vera e propria terapia naturale. 

Per questo motivo, Agbalt finanzia il progetto di clown terapia nel reparto di Oncoematologia Pediatrica Santa Chiara di Pisa.

Il Clown Dottore

Non basta mettersi un naso rosso da clown per essere un clown dottore

Le figure che allietano la degenza dei piccoli pazienti sono clown professionisti con una formazione adeguata per mitigare le emozioni negative dei pazienti in difficoltà. 

Attraverso la comicità, l’umorismo, la prestidigitazione, la musica e i burattini, i clown dottori sono in grado di trasformare la percezione dell’immagine del dottore da parte del bambino, mitigando le sue ansie e paure.

Il Compito del Clown Dottore

Per trasformare le emozioni negative in positività e buonumore, il clown dottore è adeguatamente formato al fine di garantire una terapia che va ad affiancarsi a quella medica. La formazione costante dei clown dottori è, per questo motivo, essenziale: dovendo lavorare a stretto contatto con la squadra medica, ogni loro intervento è preceduto da un consulto con il personale del reparto. 

 

Affiancando i medici nelle loro visite clown, i clown dottori alleviano l’ansia del piccolo paziente e ne riducono lo stress, facilitando, così, anche il rapporto terapeutico dei medici dei bambini. 

 

Rendere tranquillo e di buon umore un bambino che deve affrontare una medicazione, un esame invasivo o un vero e proprio intervento in sala operatoria, è indispensabile. Il clown dottore, restando al fianco del piccolo paziente, può contribuire a:

 

  • Distrarre il bambino prima di un intervento, rendendolo più tranquillo; 
  • Sdrammatizzare e catturare l’attenzione del bambino, cercando di distrarre la sua percezione del dolore;
  • Aiutare il piccolo a tornare alla normalità, una volta terminato l’intervento.

La Ludoterapia

Offrire al bambino dei momenti gioiosi e di divertimento, nonostante il terribile momento della malattia, è la finalità di Agbalt. Per questo motivo, oltre alla clown terapia, ci occupiamo di garantire ai piccoli pazienti dei momenti ricreativi di ludoterapia. 

 

Come abbiamo già accennato, la vita nel reparto ospedaliero può essere fonte di stress e ansia sia per i pazienti che per le loro famiglie. Rendere dei momenti così complicati più spensierati e felici è una delle finalità principali della ludoterapia. 

 

Nella ludoteca del reparto oncoematologico dell’ospedale Santa Chiara di Pisa il gioco è lo strumento di comunicazione attraverso quale il bambino può esprimersi e rappresentare il momento che sta vivendo. 

 

Il nostro progetto “L’altalena”, organizzato dalla Cooperativa Il Simbolo, ha l’obiettivo di stare al fianco del bambino e della sua famiglia, sfruttando il gioco sia come momento creativo, che come strumento terapeutico. 

 

Tutte le attività sono svolte da una pedagogista nella ludoteca, nella sala di attesa e nelle camere di degenza. Tra le attività proposte ai bambini in terapia abbiamo:

 

  • Laboratori grafico-pittorici
  • Laboratori creativi 
  • Attività di familiarizzazione e trasformazione del materiale sanitario
  • Gioco simbolico con i burattini 
  • Giochi di interazione
  • Giochi di socializzazione
  • Lettura animata
  • Libri e giochi in prestito per tutte le età 

Sostieni i nostri progetti e aiuta ogni bambino a sentirsi a casa, circondato dalla propria famiglia

Sentirsi a casa e restare uniti con la propria famiglia è indispensabile per le cure dei piccoli pazienti. Agbalt dona una casa, un sorriso e tutto il supporto ai bambini e alle loro famiglie quando ne hanno più bisogno.

Fai adesso la tua donazione

Seleziona il metodo di pagamento
Informazioni Personali

Totale Donazione: 20,00€